Peter Schiff ammette di essersi sbagliato su Bitcoin ma prevede di nuovo un mercato degli orsi

Bitcoin ha avuto una settimana difficile finora, poiché il prezzo del bene è passato da oltre 12.000 dollari a 9.900 dollari in soli cinque giorni. Questo rally ha riportato il bug dell’oro Peter Schiff ancora una volta, come abbiamo visto in diverse occasioni, per criticare Bitcoin, questa volta sostenendo che l’asset è entrato in un mercato orso.

Il 5 settembre, l’amministratore delegato di Gemini Tyler Winklevoss ha scritto su twitter che la Bitcoin Trader si sta „consolidando prima del suo prossimo breakout“.

In risposta al tweet di Winklevoss, l’amministratore delegato di Euro Pacific Capital si è opposto alla previsione di Winklevoss di tutti i futuri cali di Bitcoin con un valore di base di 10.000 dollari, sostenendo che l’asset si sta consolidando prima di crollare.

Schiff ha aggiunto:

„Più il livello di supporto di 10.000 dollari viene testato, più debole diventa. I mercati raramente danno agli investitori così tante possibilità di comprare il fondo“.

Sbagliato su Bitcoin

Un utente di twitter, passando per il nome utente Sharkybit, è tornato da Schiff, pubblicando uno screenshot della previsione di Schiff del 5 luglio, dove Schiff aveva previsto che l’oro avrebbe continuato a salire e che Bitcoin sarebbe sceso sotto i 9000 dollari.

In una rara esposizione, questa volta Schiff ha ammesso di essersi sbagliato sul Bitcoin, affermando:

„Avevo ragione sull’oro, ma mi sbagliavo sul Bitcoin. Quest’ultimo è riuscito a superare la resistenza e a raggiungere i 12 mila dollari, grazie in gran parte a un giro sulle code dell’oro e a un massiccio acquisto di pubblicità televisiva da parte di Grayscale“.

Tuttavia, Schiff ha continuato ad attenersi alla sua narrazione, concludendo che „scendendo a 10 mila dollari Bitcoin è tornato rapidamente ad un mercato dell’orso“.

Schiff ritiene che la massiccia campagna pubblicitaria televisiva della crypto asset management e della società di investimenti Grayscale abbia portato grandi benefici a Bitcoin. La campagna pubblicitaria ha portato a un afflusso di investimenti di 217 milioni di dollari verso i fondi di criptovaluta di Grayscale.

È vero che questo ha avuto un impatto positivo sul prezzo della criptovaluta numero uno, ma questa è forse l’unica volta in cui Peter Schiff ha avuto ragione sul Bitcoin, dato che il bug dell’oro è solitamente indicato come il controindicatore del Bitcoin per le sue previsioni di flop.

Secondo Skew Analytics, Bitcoin e oro avevano mostrato una correlazione maggiore prima di raggiungere un massimo storico del 68% ad agosto. Da allora, l’oro è sceso del 7,3% dopo aver raggiunto un massimo di 2.089 dollari il 6 agosto.

Tuttavia, al momento di scrivere, il Bitcoin vale 10.121 dollari ed è sceso del 15% rispetto alla sua prima rottura sopra i 12.000 dollari del 2 agosto. Anche la correlazione tra le attività è scesa e attualmente rimane tra lo 0-20%.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.